top of page

L'elogio del dubbio.


E ' sorprendente come le cose mutino quando muta lo sguardo che vi si posa sopra.

“Per questo mi sono lasciata i dubbi alle spalle e, come sono solita fare, mi sono lasciata condurre dal sentire e dall’intuizione. “

Prima di scegliere MUN, prima di scegliere con tutta me stessa la mia missione, prima di amare il mio istinto primordiale, prima di VOLERE davvero, prima di creare e partorire questo progetto, ho attraversato e sperimentato molti percorsi: network marketing, trading, vendita di prodotti di bellezza e benessere, il tentativo di restaurare e rivendere mobili e gelateria.

A 15 anni sono entrata nel mondo del lavoro grazie al bar che mio fratello prese in gestione circa 8 anni fa; addentrarsi nel mondo lavorativo quando si è molto giovani l’ho ritenuto un fattore di grande prosperità, fortuna; Dall’altra parte è stato un grande canale di dubbi e domande.

Ero certa che per tutta la vita mi sarei occupata di produzione di gelato, ero affascinata e mi divertiva e soprattutto mi bastava.

Poi è inizia la mia meravigliosa odissea di tentativi, dubbi, errori, fallimenti, delusioni. Poi l’anima, la missione ha iniziato a bussare a suon di grandi domande.

Caro Lettore lo so che anche tu hai vissuto o stai vivendo questo trambusto di movimenti emotivi, e se cosi non fosse ne sarei dispiaciuta.

Il dubbio è necessario, il tentativo, l’errare, il fallimento sono parti del processo, una pavimentazione che si auto-crea per farti intravedere la strada, per renderla calpestabile, percorribile.


Leopardi dice:

«La nostra ragione non può assolutamente trovare il vero se non dubitando; e non solo il dubbio giova a scoprire il vero, ma il vero consiste essenzialmente nel dubbio, e chi dubita sa, e sa il più che si possa sapere.»

Allora per tutti coloro che temono il dubbio, che temono l’incertezza, l’esitazione;

MUN dice: Amate il dubbio, la parte intuitiva che vi porta sull’orlo della domanda, il cuore che cerca un nuovo pensiero, una risposta diversa dalla solita.

Una volta amato il dubbio, una volta accolto, poi si tratta di superare una sfida della volontà: dopo che il cuore ha indicato la strada, il passo successivo è quello di percorrerla.


Questo presuppone una forma di fede nel sentire, nel proprio talento, nella propria anima. Significa rimettere dubbi, paure, incertezze e resistenze, a una logica più grande, che le trascenda, che creda anche in ciò che sembra impossibile o di cui non vi è certezza. In altri termini, una logica divina.


Non credere che sei qui per vivere una vita normale, tu sei speciale, tu hai talenti e modi di elaborare il pensiero unici, irripetibili. Sei qui per giungere e realizzare la tua missione, la volontà del cuore.


Questo movimento interno è stato compiuto da tutti coloro i quali, in tutte le epoche, hanno compiuto imprese, solcato mari, esplorato nuove terre, portato avanti ideali, difeso diritti, creato arte, distillato poesia. È l’essenza del viaggio.


In questo passaggio che rende nitido il “dove vai”, la legge di risonanza e di sincronicità è uno strumento per riconoscere le trame del viaggio, per ricollegare i fili.


Ricordiamoci di quel filo. Caro Lettore sei fatto di potenziale immenso, dubita e arrenditi al dubbio,meravigliando te stesso e tutti gli altri.





30 visualizzazioni

Comments


bottom of page